Nutrizione consapevole e vita longeva: un approccio olistico alla salute

In questo articolo esploreremo come la nutrizione consapevole e vita longeva possano andare di pari passo, guidandoci verso un futuro più sano e sostenibile.

Articolo a cura di Mara di Noia, terapista alimentare, medico veterinario e giornalista scientifica specializzata in alimentazione vegetale.

Nell’attuale panorama sanitario, è sempre più evidente che molti degli stati morbosi che affliggono le persone oltre i sessant’anni hanno radici che possono essere rintracciate decenni prima. In particolare, in Europa, l’aumento dell’aspettativa di vita non è sempre accompagnato da un miglioramento della qualità della vita negli anni avanzati, con un aumento dell’incidenza di malattie croniche che necessitano di intensivi trattamenti medici e farmacologici. È fondamentale, pertanto, passare da un approccio reattivo, che interviene sulle malattie già manifestate, a uno proattivo, che si concentra sulla prevenzione attraverso stili di vita salutari.

La prevenzione tramite lo stile di vita

Un approccio proattivo alla salute si basa sulla premessa che una vita senza malattie croniche inizia con scelte quotidiane consapevoli. Adottare abitudini salutari nei primi anni nell’età adulta, come una dieta equilibrata, attività fisica regolare, gestione dello stress e mantenimento di un sonno adeguato, può ridurre significativamente il rischio di sviluppare malattie più tardi nella vita. Questi pilastri della salute non solo prevengono malattie specifiche, ma contribuiscono a un benessere olistico, sostenendo sia la salute fisica sia quella mentale.

Nutrizione consapevole e vita longeva

I segreti delle Blue Zones

Le cosiddette “Blue Zones” sono aree geografiche dove la popolazione vive in modo significativamente più a lungo e più sano rispetto alla media mondiale. Le ricerche hanno identificato cinque Blue Zones principali: l’Ogliastra in Sardegna, Okinawa in Giappone, Ikaria in Grecia, la penisola di Nicoya in Costa Rica e Loma Linda in California. Gli abitanti di queste zone condividono alcuni comportamenti chiave che contribuiscono alla loro longevità:

Dieta principalmente vegetale: La dieta nelle Blue Zones è ricca di alimenti vegetali, con un consumo limitato di carne, spesso non più di cinque volte al mese.

-Attività fisica: L’attività fisica non è sporadica, ma incorporata nella vita quotidiana, come l’agricoltura, il camminare per le necessità quotidiane o il lavoro fisico.

-Legami sociali forti: L’importanza della famiglia, degli amici e della comunità è centrale, fornendo supporto emotivo e psicologico che contribuisce al benessere complessivo.

-Basso stress e ritmi naturali: Le giornate sono scandite da periodi di lavoro alternati a momenti di riposo e socializzazione, seguendo i ritmi naturali di attività e relax.

La prevenzione a tavola: alimentazione consapevole

La dieta gioca un ruolo cruciale nella prevenzione delle malattie. Ecco alcuni principi chiave per una nutrizione consapevole ispirata dalle Blue Zones:

-Mangiare meno carne: Limitare il consumo di carni rosse e processate può ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e di alcuni tipi di cancro.

-Cereali integrali: Preferire cereali integrali ai raffinati aumenta l’assunzione di fibre, essenziali sia per la salute dell’apparato digerente e del microbiota, sia per il controllo del peso.

-Legumi: i legumi sono una fonte importante di proteine e fibre e sono associati a una minore incidenza di malattie cardiovascolari.

-Frutta e verdura: Ricche di vitamine, minerali e antiossidanti, proteggono da molteplici malattie croniche.

Bowl con farro e verdure alla Mediterranea

Prova la nostra ricetta a base di cereali e legumi: Bowl con farro e verdure alla Mediterranea

La dieta basata sui vegetali e la sua implementazione

Adottare una dieta semplice basata su vegetali può sembrare difficile all’inizio, ma può essere avviato con passi semplici. Incrementare l’assunzione di frutta e verdura, sostituire i cereali raffinati con quelli integrali, e preferire proteine vegetali come legumi e tofu rispetto a quelle animali sono ottimi punti di partenza. Queste scelte non solo aiutano a ridurre l’impatto ambientale, ma sono anche ricche di nutrienti essenziali che possono prevenire l’insorgenza di malattie.

Benefici oltre la nutrizione

L’adozione di una dieta ricca di vegetali e la pratica regolare di attività fisica hanno effetti positivi che non si limitano ai soli miglioramenti fisici. Questi stili di vita aiutano a stabilizzare i ritmi circadiani, fondamentali per un sonno riposante e una regolazione ormonale efficiente. Inoltre, un microbiota intestinale sano, promosso da una dieta ricca di fibre, migliora l’immunità e dai più recenti studi, svolgono un’ importante protezione contro disturbi dell’umore, come ansia e depressione.

Curry di ceci e spinaci chana palak

Prova la nostra ricetta: Chana Palak: curry di ceci e spinaci

Il ruolo della meditazione nella prevenzione dello stress

La meditazione, integrata nella routine quotidiana, può trasformare profondamente la nostra risposta allo stress. Questa pratica può migliorare la concentrazione, la chiarezza mentale e il benessere generale, contribuendo a una vita più lunga e salutare.

Passi concreti per una vita più lunga e salutare

Si possono incorporare queste pratiche nella propria vita con piccoli, ma significativi passi. Attraverso scelte consapevoli e informate, possiamo migliorare la nostra qualità di vita e forse raggiungere una longevità simile a quella delle persone nelle Blue Zones. Ogni decisione che prendiamo può essere un passo verso una vita più sana e più lunga, un investimento per il futuro che merita attenzione e soprattutto la nostra cura.

___

Nutrizione consapevole e vita longeva

Mara di Noia è una terapista alimentare, medico veterinario e giornalista scientifica specializzata in alimentazione vegetale, iscritta all’Albo dei Medici Veterinari di Milano e dell’Albo Speciale dei Giornalisti della Lombardia. Co-fondatrice dello Studio Medico Akeso a Milano e membro del Comitato Scientifico della Fondazione “La Grande Via” del Prof. Franco Berrino. Mara è una fervente sostenitrice dell’alimentazione 100% vegetale. Ha approfondito le sue conoscenze a Milano con Martin Halsey e ha conseguito un Master in Alimentazione Vegetale e un Perfezionamento in Nutrizione Clinica di base e sportiva. Promuove uno stile di vita sano e sostenibile, sia su persone che su animali, applicando la sua esperienza come divulgatrice scientifica. Attiva in conferenze di divulgazione e autrice di testi di cucina vegetale, Mara si impegna nella divulgazione dell’alimentazione vegetale come strumento non solo di salute, ma anche di pace e non violenza.

Potete trovare tutti i contatti qui:


Leggi altri nostri articoli sul benessere psicofisico:

Prova il Veggie Weekend GRATIS!

Tre giorni, tre menu completi: colazione, pranzo, cena + dolce!

Prova il Veggie Weekend GRATIS!

Tre giorni, tre menu completi: colazione, pranzo, cena + dolce!

veggie-weekend-ebook

Scarica gratis l’ebook e prova subito questi tre giorni 100% vegetali con ricette, facili da realizzare, piene di gusto, colore e nutrimento!